Skip to content

La banca che ha ignorato il riciclaggio di denaro

Whistleblowing

Un trader di una importante banca europea aveva scoperto pagamenti sospetti effettuati tramite una delle sue filiali nei paesi baltici. Successivamente, aveva segnalato l’accaduto alla direzione, ma le sue affermazioni non sono state prese sul serio. Il risultato di aver ignorato questa segnalazione? Il riciclaggio di circa 200 miliardi di euro nell'arco di otto anni e il licenziamento del presidente e del direttore generale. 

L'affare è stato descritto come il "più grande scandalo" in Europa quando è venuto alla luce. L'indagine ha scoperto che 15.000 conti erano coinvolti nelle transazioni criminali. Eppure, quando il whistleblower si è presentato al parlamento del paese di origine della banca, ha sostenuto di aver segnalato irregolarità in più occasioni, insistendo sul fatto che la banca non lo avesse preso sul serio. 

Il contesto 

Cinque anni prima che la notizia dello scandalo colpisse i giornali, il whistleblower aveva già effettuato quattro segnalazioni anonime all'unità di audit interna, non avendo mai ricevuto risposta. 

I suoi sospetti sono nati quando aveva esaminato la storia dei depositi di una società con conti aperti presso la banca. L'azienda voleva partecipare alle transazioni di cambio estero, ma lui aveva scoperto che era ufficialmente inattiva e senza asset. Questo non era coerente con la richiesta effettuata. 

Dopo aver segnalato questa contabilità fraudolenta, egli aveva ricevuto rassicurazioni sul fatto che la funzione di conformità avrebbe conseguentemente aggiornato l'azienda. Quest’ultima è rimasta però cliente della banca e ha continuato a presentare bilanci falsi. Il whistleblower aveva anche scoperto situazioni simili su altri clienti. 

Alla fine, si è scoperto che i pagamenti venivano canalizzati attraverso la filiale tra certi paesi europei e la Cina, violando le leggi anti-riciclaggio. 

Dopo una serie di segnalazioni senza successo, il whistleblower ha lasciato l'azienda ed è stato obbligato a firmare un accordo di non divulgazione. Successivamente, aveva rivelato i dettagli di questo NDA, dimostrando che gli impediva di parlare delle segnalazioni che aveva fatto. 

Nonostante avesse optato per rimanere riservato, l'identità del segnalatore era stata resa pubblica da una fonte sconosciuta poco dopo la diffusione delle notizie. Da allora, egli aveva sostenuto che ciò aveva violato i suoi diritti di whistleblower.

Cosa è successo dopo?  

Le autorità finanziarie del paese di origine della banca avevano iniziato a indagare sulla questione. Tuttavia, il segnalatore sostenne che non lo avevano contattato durante la loro indagine. Di conseguenza, il report finale risultò incompleto, un problema che l'indagine a livello europeo avrebbe poi criticato in termini più forti. 

Si sono dovuti attendere fino a quattro anni dopo la segnalazione e la conseguente pressione, prima che la banca stessa indagasse sull'attuazione delle procedure anti-riciclaggio. Queste sono risultate carenti e, sebbene i dirigenti affermassero di non aver commesso errori, il caso è costato il posto al presidente e al CEO. 

Si è scoperto poi che la banca aveva consapevolmente avuto a che fare con i criminali, portando all’interessamento successivo della polizia. La banca afferma di aspettarsi di pagare una multa sostanziosa, fino a 1,3 miliardi di euro. 

La banca ha anche visto il suo prezzo delle azioni calare del 28% a causa della natura pubblica dell'esposizione. 

the-bank-that-ignored-money-laundering-2

Perché le banche dovrebbero incoraggiare i whistleblower 

Con un prezzo delle azioni in caduta libera e la prospettiva di una multa significativa per la cattiva condotta che si è verificata su larga scala all'interno dell'organizzazione, è chiaro che la banca avrebbe dovuto prendere sul serio le segnalazioni. 

Che non volesse sentire una verità scomoda o qualcosa di più grave, permettendo che le irregolarità continuassero per così tanto tempo e a un tale ritmo, ha subito ripercussioni molto peggiori di quelle che avrebbe avuto se avesse agito in prima istanza. Se fosse stato così, avrebbe potuto essere vista come proattiva nella lotta contro il riciclaggio di denaro. Ritardando e indagando solo dopo che era stata esercitata pressione, la banca ha rischiato di macchiare la sua immagine pubblica per sempre. 

I whistleblower sono la vostra prima linea di difesa contro la nascita e la diffusione di cattive condotte. Vi permettono di agire rapidamente invece di lasciare che la situazione diventi complicata e difficile da risolvere. 

Creare un sistema di segnalazione facile da usare e utilizzare un canale di segnalazione accessibile può prevenire esiti dannosi in tali casi. Permette di fare segnalazioni anonime e riservate che possono mitigare gli effetti negativi che un'indagine potrebbe portare.

Come possiamo aiutare 

IntegrityLog è uno strumento di segnalazione online che consente segnalazioni riservate e conformi al GDPR da qualsiasi luogo e su qualsiasi dispositivo. La piattaforma fornisce anche un semplice cruscotto che vi mantiene aggiornati sulle vostre indagini e vi aiuta a soddisfare i requisiti del D.lgs. 24/2023 sul whistleblowing. Potete richiedere una demo per la vostra azienda ora. 

Bibliografia e approfondimenti



Subscribe to our newsletter

Stay up to date with the latest news and products

Subscribe
newsletter-subscription-image

Sign up for our newsletter

Stay up to date with the latest news and products

You have successfully subscribed!

This is your official confirmation. Thank you for joining ComplyLog Newsletter. While you wait for the next issue of ComplyLog, check out the latest articles and references.

Related articles

Post Picture

L'indagine su un viaggio aziendale di una banca

I viaggi aziendali sono una pratica comune nelle società. Con le multinazionali che riuniscono dipendenti provenienti da tutto il mondo, c'è...
Per saperne di più
Post Picture

La banca che ha ricevuto 2,5 miliardi di dollari di multa

Una banca multinazionale è stata oggetto di un'indagine sia negli Stati Uniti che nel Regno Unito a seguito di accuse secondo cui alcuni dei suoi...
Per saperne di più
Post Picture

Quando i denuncianti ricevono una parte della colpa

Recentemente, un prestigioso Istituto di ricerca medica europeo ha dichiarato colpevole di condotta scientifica scorretta un chirurgo screditato....
Per saperne di più
Post Picture

Truffa all'interno di un'organizzazione sportiva

Il vicepresidente (d'ora in poi indicato come Persona A) di un organismo sportivo internazionale con sede nell'Unione Europea (Società A) e...
Per saperne di più
All articles